iPhone non si carica

iPhone non si caricaSe l’iPhone non si carica più come dovrebbe, non bisogna entrare nel pallone: è bene prima di tutto cercare di capire cosa accade al nostro performante smartphone Apple, e poi ovviamente risolvere la situazione. Un iPhone che non si carica non è necessariamente da buttare: a volte bastano dei piccoli accorgimenti per risolvere consapevolmente la situazione! Ecco come comportarsi con un iPhone che non carica.

L’iPhone è uno smartphone altamente performante, di ultima generazione, che al giorno d’oggi possiamo consapevolmente utilizzare non solo e non più per le semplici telefonate o l’invio e la ricezione di messaggini istantanei, ma in maniera più approfondita anche per altre utilità, come ad esempio la ricezione di mail e posta elettronica, l’uso di social network e persino gli acquisti online.

Insomma, attraverso un prodotto telefonico come un iPhone possiamo svolgere molte delle azioni quotidiane più disparate; motivo, questo, per il quale è assolutamente necessario che esso funzioni alla perfezione e che garantisca la possibilità di utilizzo sempre. Ovviamente, è sempre molto importante prevenire la situazione, e quindi avere sempre buona cura del nostro dispositivo telefonico: il problema è che quando siamo di fronte ad una situazione simile, come quella di un iPhone che non si carica, ci si scoraggia subito, anche perché a volte accade che questo problema si presenti in maniera diffusa anche poco dopo l’acquisto.

In genere si pensa che se l’iPhone non si carica, il difetto sia direttamente legato allo smartphone, ma questo non è sempre vero: infatti, a volte il difetto potrebbe essere legato a qualcos’altro o comunque ad un componente, e non necessariamente all’iPhone.

Per prima cosa, quindi, occorre valutare bene dove stia il malfunzionamento: analizzare bene la situazione, per capire se la colpa di un iPhone che non carica è la batteria, oppure se vi sono altri problemi direttamente collegati e che comunque possono essere risolti anche senza la necessità di contattare l’assistenza.

Se l’iPhone non carica: la batteria è la causa?

iPhone non carica batteriaSe l’iPhone non carica, la batteria datata o magari usurata potrebbe essere considerata una delle prime cause o comunque una delle possibili cause principali. In questo caso occorre ricordare che è bene prevenire ogni possibile situazione simile, avendo ben cura del proprio telefono: pertanto, è da evitare di riporre l’iPhone su postazioni vicine a fonti di calore, ad esempio, perché alla lunga questa azione potrebbe determinare un significativo calo delle prestazioni anche della batteria. È anche da evitare di sottoporre inutilmente a sforzi eccessivi lo smartphone e la batteria, preferendo ad esempio l’uso del Wifi all’uso della connessione dati – che tende a mangiare più energia – e disattivando le applicazioni che rimangono in sospeso anche quando non utilizzate.

Non è detto che la causa scatenante sia la batteria usurata: se l’iPhone non carica la batteria, la causa potrebbe essere qualcos’altro ed è comunque da verificare prima ancora di pensare alla sostituzione del dispositivo. Se l’iPhone è nuovo, allora la causa potrebbe stare in un difetto di fabbrica: in questo caso, la sostituzione sarebbe immediata da parte dell’assistenza. Se invece il dispositivo è un modello datato, allora la batteria potrebbe essere semplicemente arrivata alla sua fine e sarà necessario sostituirla a nostre spese.

Se l’iPhone non si accende e non si carica: quali sono le cause e le soluzioni?

Se l’iPhone non si accende e non si carica, è necessario effettuare una operazione di ripristino. Per prima cosa, però, è importante verificare che la batteria non sia troppo scarica, e per farlo occorre mettere il telefono spento in carica per un’ora al massimo, controllando quindi in seguito che si accenda la schermata di ricarica. Se ancora con questa operazione l’iPhone non si carica, la schermata rimane tale e quale e il telefono sembra non dare alcun segno di vita, allora è bene fare alcuni tentativi per tentare di risolvere il problema.

iPhone non si accende e non si caricaIn questi casi, la prima cosa da fare è controllare gli accessori più ovvii, e quindi avere ben presente che il connettore funzioni perfettamente, che non vi siano momentanei problemi di elettricità, che il cavetto USB sia in condizioni ottimali, e che non vi siano residui o tracce di sporco al connettore o all’ingresso USB.

Se tutte queste cose funzionano e l’iPhone non si accende e non si carica, potrebbe essere necessario applicare l’avvio forzato del dispositivo, un’operazione che non cancella i contenuti del telefono e quindi non è considerata pericolosa. Questa procedura va eseguita in maniera diversa, a seconda del modello del dispositivo.

Pertanto, con un iPhone X, iPhone 8 oppure iPhone 8 Plus, bisogna premere e rilasciare velocemente il tasto Volume su, poi il tasto Volume giù ed infine tenere premuto il tasto a lato fino a quando non si visualizza il logo; con un iPhone 7, oppure con un iPhone 7 Plus, occorre tenere premuti in maniera contemporanea i tasti laterale e Volume giù per almeno 10 secondi; con modelli più vecchi come ad esempio un iPhone 6s, occorre tenere premuti i tasti Home e laterale per 10 secondi.

Se l’iPhone carica lentamente: cause e risoluzioni possibili

iPhone carica lentamenteSe invece l’iPhone carica lentamente – quindi non è un iPhone che non si carica – i problemi potrebbero essere collegati non tanto al telefono, ma soprattutto ai vari collegamenti, ai connettori o a qualcosa di difettoso. In questo caso, il problema dell’iPhone che non si carica o che si ricarica in maniera troppo lenta potrebbe essere facilmente risolto. Vediamo alcuni di questi problemi comuni:

  • Cavo USB che presenta dei difetti, è piegato oppure è rotto: è una delle cause principali, ed è anche molto facilmente spiegabile il motivo per cui ciò accade. Pensiamo infatti al fatto che spesso siamo soliti utilizzare sempre lo stesso cavetto e non consideriamo che i componenti possono essere usurati con il tempo e con l’uso. Pertanto, ci basta controllare se con un altro cavetto la ricarica funziona, ed in quel caso procedere alla sua semplice sostituzione;
  • L’adattatore presenta dei difetti: questo può capitare specialmente se si commette l’errore di lasciare sempre il caricabatterie attaccato alla corrente, sottoponendolo così a continui sbalzi e sollecitazioni. Bisogna prevenire questo problema, evitando di lasciare sempre attaccato il caricabatterie, e nel caso in cui l’adattatore sia difettoso è necessario sostituirlo;
  • La porta USB è danneggiata oppure è sporca: questo può essere un problema legato ai difetti di caricamento del cellulare, ed è bene controllare solo che non sia troppo sporco oppure usurato. In questo caso, basta semplicemente pulire la parte danneggiata dallo sporco e controllare che i contatti funzionino ancora;
  • Telefono o batteria vecchi: certamente è una delle possibili cause se l’iPhone non si carica più velocemente. In questo caso è bene sapere che i tempi di ricarica sono più lenti rispetto ad un telefono moderno. Si può provare con la sostituzione della batteria, e se le cose non cambiano, con la sostituzione del telefono.

iPhone che non carica: le motivazioni possono essere diverse

iPhone che non caricaCome abbiamo visto, un iPhone che non carica può essere un problema molto più comune di quanto non si immagini. Talvolta il motivo è molto semplice ed è magari collegato a dei difetti specifici relativi agli accessori o ai connettori, ma qualche volta il problema è insito nel telefono.

Se abbiamo testato le varie possibilità, se abbiamo pulito il connettore, se abbiamo già verificato che il problema non sia esterno e facilmente risolvibile, e ancora il nostro iPhone non si carica bene, allora potrebbe essere arrivato il momento di sostituirlo, specialmente se esso ha già molti anni. Scopri di più anche su un altro problema che potrebbe essere direttamente legato a questo su iPhone schermo nero all’improvviso!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.